“Emilio Po”

La scuola sorge nel Villaggio Artigiano, nella zona a nord – ovest della città. La struttura esterna dell’edificio, del 1963, richiama l’architettura delle case popolari che la circondano e che caratterizzavano il primo nucleo abitativo del quartiere, nato nel secondo dopoguerra. Inizialmente chiamata con il nome del quartiere, nel 1988 fu intitolata ad Emilio Po, martire della resistenza modenese. Recentemente (2005) è stata ristrutturata e resa più funzionale. Nel corso dell’anno scolastico 2009/2010 è stata portata definitivamente a termine la ristrutturazione iniziata negli scorsi anni (sistemazione definitiva degli spazi-mensa).

Scuola a tempo pieno (le attività didattiche si svolgono da lunedì al venerdì, dalle ore 08.30 alle 16.30; possibilità di pre-scuola dalle ore 07:30 alle 08:25). La scuola è dotata di cinque aule ordinarie (una per ogni classe), una biblioteca, un’aula di informatica, una polifunzionale, una saletta docenti, un ambulatorio, una cucina e due sale per la refezione (una a piano terra, l’altra al primo piano). Sono inoltre presenti due cortili, di cui uno esterno e uno interno asfaltato.

La scuola ospita 125 alunni; all’interno vi operano dieci insegnanti curricolari, tre insegnanti di sostegno, due insegnanti di Religione, un’assistente del personale educativo, un’insegnante dell’organico potenziato, due collaboratrici scolastiche, una dipendente comunale (legge 104/92).

Questi sono i progetti che caratterizzano il nostro plesso scolastico intitolato al partigiano Emilio Po

Magie sulla carta: le carte a colla

L’itinerario si svolge presso il Museo Civico d’Arte – Palazzo dei Musei.

È interessante e stimola lo spirito critico dei bambini che, dopo un primo momento di visita alla raccolta, potranno sperimentare in laboratorio le tecniche utilizzate per eseguire le carte a colla.

Le carte decorate, realizzate sia a stampa che con altre tecniche, vennero impiegate fin dall’epoca della loro prima fioritura, il Seicento, soprattutto nel campo della legatoria o come “carte da fodera”, per rivestire mobili, scrigni e scatole. La carta decorata è inoltre tradizionalmente legata al mondo dei giochi, la si usava per foderare astucci di carte e tabelle per la tombola.

La visita permette di conoscere i diversi tipi di carte a colla e le varie tecniche utilizzate per realizzarle.

Visita e Laboratorio sono condotti da operatori e collaboratori del Museo.

Insegnanti: Silvana Schifino e Francesca Lelli

Segreteria Direzione: Via Fermo Corni 70
Indirizzo plesso: via Scacciera, 89/95, 41126 Modena

TEMPO PIENO
Le lezioni vengono svolte dal Lunedì al Venerdì dalle 08.30 alle 16.30

Tel.: 059.3368427
Fax: 059.332222